Mercatini delle pulci in Europa

Mercatini delle pulci in Europa


Per gli appassionati e curiosi di mobili vintage e antiquariato, proponiamo qui di seguito alcune mete interessanti da vedere in Europa. Che si tratti di un week end per visitare la città o che si abbia voglia di visitare mete alternative in città già conosciute, abbiamo selezionato per voi i migliori e più interessanti mercatini delle pulci, da visitare almeno una volta nella vita.
Buon divertimento.


Branderia di Lille, Lille

La Braderie di Lille è una manifestazione popolare che ha luogo ogni anno durante il primo week end di settembre.
È uno dei più grandi eventi della Francia e il più grande mercato delle pulci di tutta Europa, si svolge dall'alba del primo sabato di settembre, fino al tramonto del giorno seguente.
Le sue origini risalgono al dodicesimo secolo, ma la sua genesi precisa è incerta. Anticamente una semplice fiera, si è nel tempo trasformata in quella che i francesi chiamano vide-grenier (in italiano svuota solaio) quando i domestici ottennero il permesso di vendere gli oggetti usati dei loro datori di lavoro tra il tramonto e l'alba.
Sono oltre 3 milioni i visitatori che ogni anno raggiungono Lille per l'occasione e ad attenderli trovano non soltanto le atmosfere inconfondibili di questo genere di fiere, ma anche una delle prelibatezze della tradizione locale, le moules-frites, che altro non sono che le cozze con le patatine fritte, servite in ogni ristorante della città. 
Si tratta di quasi una mezza maratona di bancarelle che pervadono la città offrendo ai passanti ogni tipo di oggetto. La città è facile da raggiungere si tratta di circa 30 minuti da Bruxelles e un po' più di un'ora da Parigi. La passeggiata vale anche per vedere la città, che seppur meno frequentata e turistica riserverà bellissime sorprese.


Il mercatino delle pulci di Saint-Ouen è uno dei primi al mondo per grandezza: sette ettari di superficie, sedici mercati e oltre duemila venditori. Da anni è conosciuto in tutto il mondo anche per la qualità di alcune opere che un occhio esperto può trovare, quasi fosse un museo all'aperto.
La nascita di questa fiera risale al 1870, quando i robivecchi, allontanati dal centro di Parigi per motivi di igiene, si stabilirono tra le mura e le prime case del villaggio di Saint-Ouen. Le pulci che infestavano i tappeti e i capi di abbigliamento in vendita diedero probabilmente origini alla nota espressione.
Per fortuna oggi le pulci non ci sono più, ed è rimasta invece la magia di una passeggiata nel più grande mercato di Parigi, proprio come il protagonista di Midnight in Paris che Woody Allen invia alla ricerca di tesori nascosti.
Con l'arrivo della Metropolitana (1908), il mercato iniziò ad attirare l'attenzione di turisti e collezionisti. In pochi anni si ingrandì, ai robivecchi si aggiunsero rigattieri, antiquari (i brocanteurs) e venditori ambulanti di vestiti od oggetti della vita quotidiana del passato.


In questa fiera sono coinvolti interi isolati che, spesso, danno il nome ai marchés (mercati) disposti per categoria, tra questi:
– Marché Biron, dove trovare oggetti d'arte asiatica;
– Marché Paul Bert, incentrato sull'antiquariato (soprattutto mobili del XVII secolo);
– Marché Malassis, dove si trovano vecchi dipinti, locandine di film, dischi in vinile, oggetti vintage e di modernariato;
– Marché Malik, con vestiti di seconda mano;
– Marché des Rues, dove si comprano imballaggi a scatola chiusa! Per il resto, è tutto un susseguirsi chilometrico e confuso di bancarelle e negozietti che vendono di tutto. 

Camminando tra i vicoli sembra di viaggiare nel tempo e nello spazio. Puoi trovare riproduzioni anatomiche dell'Ottocento (come vertebre umane, a detta del venditore), portachiavi pubblicitari degli anni '60 o arredamento degli anni '70, sculture e busti in marmo, dipinti (“gouaches”), vecchi lampioni pubblici di 5m di altezza, magari accanto ad oggetti che valgono migliaia di euro!
La sera si fanno anche delle feste. In concomitanza con le fiere di arredamento e design di Parigi, a Saint-Ouen antiquari e collezionisti da tutto il mondo espongono la loro merce.
Tutti gli espositori offrono un rinfresco: c'è da bere e da mangiare per tutti, senza bisogno di pagare o di essere invitati.

I mercati sono aperti il sabato dalle 9.00 alle 18.00, la domenica dalle 10.00 alle 18.00 e il lunedì dalle 10.00 alle 17.00.



Camden Market e Portobello road, Londra

Animati e pieni di vita, i mercati di Londra sono parte integrante della città. Dai mercati più famosi di Portobello e Camden Town, fino a quelli meno conosciuti di Spitalfields e Petticoat Lane è possibile ancora respirare l'aria di una Londra passata dagli anni hippy alle nuove tendenze della moda e del cibo, dove culture antiche e passate si contaminano l'una con l'altra.
Portobello Road Market,è forse uno dei mercati delle pulci e di antiquariato più famosi al mondo. Si tiene il sabato nel quartiere di Notting Hill, anche se è possibile trovare qualche bancarella sia il lunedì che il venerdì. Portobello Road è una lunga via parallela a Kensington Park Road, nella zona nord ovest di Londra
Il sabato le strade di Portobello Road Market si popolano di oltre 2.000 bancarelle che vendono di tutto, dai libri usati ai dischi, dall'antiquariato alla frutta, fino all'abbigliamento. Insieme a Camden Town di cui parleremo dopo, Portobello è uno dei mercati più famosi e più turistici di Londra, un consiglio: frequentate il mercato la mattina presto, alle ore di punta è possibile rimanere bloccati fra folla e bancarelle, senza neanche godersi la visita.
E' importante sapere che Portobello è diviso in zone e l'associazione dei commercianti e degli antiquari offre guide e mappe dettagliate. In linea di massima nella zona della stazione di Notting Hill Gate si trovano vintage e antiquariato, in Ladbroke Grove capi d'abbigliamento di giovani stilisti, in Elgin Crescent soprattutto borse e scarpe, in Cambridge Gardens principalmente abiti e accessori usati, in Talbot Road la musica.


Se avete voglia di spostarvi dal centro di Londra e più tempo a disposizione, Camden Market racchiude più mercati uniti in uno nel quartiere di Camden Town, nella periferia nord di Londra.
Questo mercato è diventato nel tempo una delle mete più frequentate dai giovani e offre una vasta scelta di oggetti e abbigliamento vintage da non perdere!
I principali mercati che lo formano questo mercato sono il Camden Lock Market, Camden (Buck Street) Market e il mercato dell'antiquariato. I giorni migliori per visitarlo sono il sabato e la domenica (dalle 8 alle 18).
Il Camden Market è la zona dell'abbigliamento confezionato dagli stessi venditori; l'Electric Market, in una zona coperta, è invece dedicato alla vendita di abbigliamento e moda d'avanguardia; il Traders Market, offre un'ampia scelta di abbigliamento e accessori di tipo militare; nel Camden Canal Market si espone soprattutto bigiotteria d'epoca; Stables Market, anch'esso al chiuso, è dedicato all'oggettistica, all'artigianato etnico e al modernariato.
Finito lo shopping è possibile mangiare in ottimi ristoranti e locande nelle vie adiacenti i mercati, sulla Camden High Street, Chalk Farm Road o Bayham Street.



El Rastro, Madrid

El Rastro è il mercato all'aperto più popolare di Madrid e uno dei più antichi, risale infatti al XV secolo. Situato nella zona della Ribera de Curtidores, è una tappa obbligatoria la domenica e i giorni di festa al mattino, quando più di 1000 venditori ambulanti offrono ai visitatori merce di ogni tipo: cianfrusaglie, vestiti di seconda mano e d'occasione, antiquariato, artigianato, libri, dischi.
La storia del Rastro ha origini molto antiche, anche se non facilmente rintracciabili nelle documentazioni del passato. Pare che la parola "Rastro" derivi dalla scia di sangue lasciata dai bovini che veniva trascinati sulla strada, dopo essere stati uccisi nel vicino macello. Il mercato però, non si è svolto sempre in questo luogo, anche se pare si svolgesse sempre nei dintorni di un macello.
Il visitatore potrà acquistare antiquariato e oggetti curiosi di ogni tipo (marionette, fumetti di ogni periodo, radio e orologi antichi, ventagli artigianali) e scoprire "strade a tema", come quella di San Cayetano, detta dei "pittori", perché i suoi negozi vendono tele dipinte a olio, acquerelli e riproduzioni di grandi opere d'arte.



Mercato per eccellenza di Madrid, non manca la commistione di culture a fianco di elementi tipici come i venditori di cialde e l'organista che anima l'ambiente con la tradizionale musica del "chotis". Il Rastro è conosciuto anche per i bar e le taverne, dove abitualmente si beve birra alla spina accompagnata da "tapas". Le bancarelle si dividono per tipologia, lungo le strade che formano il budello di vicoli.
In Calle Ribera de Curtidores, ad esempio, è possibile trovare cinture, cappelli, giacche in pelle e le T-shirt più strane e particolari di Spagna. Il vero mercato delle pulci inizia in Calle Carlos Arniches: lungo questa strada le bancarelle di rigattieri e roba vecchia si susseguono per diversi metri, mettendo in mostra la mercanzia.
Ogni strada accoglie una determinata tipologia di venditori, dai collezionisti ai rigattieri, dalle attrezzature sportive alle attrezzature per gli animali domestici.




Il Mercato delle pulci del Sablon, Bruxelles

A Bruxelles ci sono vari mercatini dell'antiquariato e delle pulci dove è possibile trovare moltissimi prodotti. Se si ha voglia di allontanarsi dall'elegantissimo centro e dai poli del centro politico europeo, i mercatini sono un ottimo luogo in cui respirare la vera aria della città e dove conoscere la sua anima più vera.
Tra i mercatini dell'antiquariato di Bruxelles merita attenzione quello di Sablon, in una zona che è tra quelle più in voga per quanto riguarda lo shopping della capitale belga.
Il mercato di Sablon si svolge in Place du Grand Sablon il sabato e la domenica e rappresenta un vero e proprio paradiso per gli amanti del genere anche perchè, oltre al mercato,è qui che hanno sede anche i più importanti e famosi antiquari di Bruxelles con i loro negozi.
I banchi del mercato sono ricchissimi di pezzi vintage e d'antiquariato di natura estremamente varia: sarà dunque possibile trovare dai libri antichi ad eleganti riproduzioni di celebri dipinti, fino ai fumetti da collezione e molto altro ancora.




0 commenti all'articolo
Effettua l'accesso per inserire un commento. Clicca qui