Il collezionista di meraviglie - Basilewsky

Aforismi e citazioni sul collezionismo


Cos'è in definitiva una collezione? Un mondo dentro il mondo.

Marco Belpoliti, Colleziona, colleziona, qualosa resterà, su La Stampa, 2015



Il passato si allontana velocemente, il collezionista d'arte è quello che cerca di trattenerlo.

 Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012



Si può e si deve raccogliere - in modo intelligente e piacevole - tutto ciò che amiamo e che appartiene alla persona amata, anche se non abbiamo una casa o un museo a disposizione, perché la poesia degli oggetti collezionati ne è l'autentica dimora.

 Orhan Pamuk, Il museo dell'innocenza, 2008



I collezionisti sono fisiognomia del mondo delle cose. È sufficiente osservarne uno e badare a come tratta gli oggetti della propria vetrina. Si direbbe che appena li tiene in mano appaia ispirato da essi, abbia l'aria di un mago che attraverso di essi guardi nella loro lontananza.

 Walter Benjamin, Scritti 1906-1940



Domenico Remps, il gabinetto delle meraviglie,  






Una volta un uomo trovò nel suo campo una statua di marmo di estrema bellezza. La portò da un collezionista che amava tutte le cose belle, gliela offrì e questi la comprò a un prezzo molto alto. Poi
si salutarono. Mentre tornava a casa con i soldi, l'uomo pensò tra sé: «Quanto vale questo denaro! Come si può dare così tanto per un pezzo di pietra scolpita, sepolta e dimenticata sotto terra per un migliaio d'anni?». Il collezionista osservava invece la statua pensando: «Che meraviglia, che vita! Che sogno! È ancora fresca, dopo un dolce sonno di mille anni. Come si può rinunciare a tutto questo per del denaro, arido e inanimato?».

 Kahlil Gibran, Il precursore, 1920



Non sappiamo perché, e che mai siamo venuti a fare quaggiù: quindi, cerchiamo di passare il tempo nel modo più consono ai nostri gusti. Io non ho altra morale; anzi, sono pronto ad applaudire chi, nato per fare il collezionista di francobolli o di porcellane, non ha che questo scopo nella vita. Egli ha raggiunto la vera felicità.

 Arrigo Cajumi, Pensieri di un libertino, 1947/50



Il fine della mia vena di collezionista d'arte: concentrare per quanto possibile intorno a me le emanazioni della bellezza del mondo che migliorano il mio umore e affinano la mia spiritualità.

 Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012





La collezione nasce dal bisogno di trasformare lo scorrere della propria esistenza in una serie di oggetti salvati dalla dispersione, o in una serie di righe scritte, cristallizzate, fuori dal flusso continuo dei pensieri.

 Italo Calvino, Collezione di sabbia, 1984



Prima dell'età moderna collezionare era quasi un obbligo per i ricchi e i potenti, per ragioni che andavano dal prestigio alla mistica. Collezionare significava sapere.

 Alberto Bolaffi, Raccogliere oggetti? Uno stadio dell'evoluzione, su La Stampa, 2015



Il vero collezionista è un bambino che ha appreso la difficile arte di abitare nelle cose che ha raccolto, senza fine.

Marco Belpoliti, Colleziona, colleziona, qualosa resterà, su La Stampa, 2015


È più ragionevole sacrificare la propria vita alle donne piuttosto che ai francobolli, alle vecchie tabacchiere, perfino ai quadri e alle sculture. L'esempio delle altre collezioni dovrebbe però ammonirci a cambiare, a non avere una sola donna, ma molte.

 Marcel Proust, Alla ricerca del tempo perduto, 1913/27





Uno non può collezionare tutte le conchiglie belle della spiaggia; uno può collezionarne solo poche, e sono più belle se sono poche.

 Anne Spencer Morrow Lindbergh



Collezionare fotografie è collezionare il mondo.

 Susan Sontag, Sulla fotografia



Che un uomo abbia la passione dei francobolli non sembra strano a nessuno; ma che un uomo possa avere la passione della verità, sembra a moltissimi, nonché strano, incredibile: eppure la verità non è cosa che parli all'anima umana meno dei francobolli.

 Arturo Graf, Ecce Homo, 1908



Fa parte dei ricordi più belli del collezionista il momento in cui comprò un libro, al quale in vita sua mai aveva dedicato un pensiero e ancor meno un desiderio, soltanto perché lo vide solo e abbandonato a se stesso in balia del mercato e come nelle fiabe delle Mille e una notte il principe fa con una bella schiava, lo acquistò per donargli la libertà. Per il bibliomane, infatti, la libertà di tutti i libri consiste nello stare da qualche parte sui suoi scaffali.

 Walter Benjamin, Scritti 1906-1940




Non esiste alcuna norma che proibisca di possedere molti libri.

 Johannes Trithemius, Elogio degli amanuensi, 1492



Quest'oggetto non ha mai avuto un'utilità pratica. Proprio per questo mi piace. È un pezzetto di storia che si sono dimenticati di alterare. È un messaggio che proviene da cento anni fa ed è un peccato non saperlo decifrare.

 George Orwell



Il nuovo è molto antico, si può anzi dire che è sempre ciò che c'è di più antico.

 Eugène Delacroix



Il collezionista è legato a un rapporto con gli oggetti che non ne mette in primo piano il valore funzionale, e dunque la loro utilità o fruibilità, ma li studia e li ama in quanto scena, teatro del loro proprio destino. Quel che più profondamente affascina il collezionista è collocare il nuovo acquisto dentro una sfera magica in cui, mentre è percorso dall'ultimo brivido, il brivido del venire acquisito, l'oggetto si immobilizza. Ogni ricordo, pensiero, consapevolezza diventa zoccolo, cornice, piedistallo, cella del nuovo tesoro. Epoca, luogo, bottega, precedente proprietario – tutto questo il vero collezionista lo vede confluire, per ogni pezzo della propria collezione, in una magica enciclopedia la cui intima essenza è il destino di quel suo oggetto.

  Walter Benjamin, Scritti 1906-1940


David Teniers, Erzherzog Leopold Wilhelm in visita alla collezione di dipinti, 1651 




0 commenti all'articolo
Effettua l'accesso per inserire un commento. Clicca qui